Buone notizie per le imprese che nel 2021 vogliono rafforzare la propria posizione e crescere sui mercati esteri.

Dopo il grande successo riscosso nel 2020, dal prossimo 3 giugno 2021 sarà infatti nuovamente possibile accedere al mix di aiuti per l’internazionalizzazione, previsti dal Fondo 394/81 gestito da SIMEST a favore delle PMI.

Grazie alle modifiche apportate nel 2020 infatti, il Fondo 394/81 è stato uno degli strumenti più importanti per supportare le aziende che stanno affrontando la crisi pandemica. Con le semplificazioni nelle procedure, con l’ampliamento degli interventi e dei soggetti finanziabili ma soprattutto con l’introduzione di una quota a fondo perduto, il Fondo 394 lo scorso anno ha fatto registrare un successo senza precedenti, tanto che SIMEST ad ottobre, per l’esaurimento dei fondi, ha dovuto bloccare le domande.

Ma cosa prevede il bando SIMEST 2021 – Fondo 394/81?

Le agevolazioni prevedono una quota a fondo perduto del 40%/50% della richiesta inserita nella domanda presentata e un finanziamento agevolato, pari al 10% del tasso di riferimento UE (attuale 0,55% annuo quindi tasso applicabile 0,055%) per la restante parte.

Il contributo a fondo perduto, inizialmente previsto in regime “de minimis”, rientra ora secondo i massimali del Quadro Temporaneo degli Aiuti di Stato (Temporary Framework).

E’ prevista inoltre (fino al 30 giugno 2021) anche l’esenzione dalla prestazione di garanzie. La procedura di valutazione delle istanze seguirà l’ordine cronologico fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Con i Finanziamenti per l’internazionalizzazione SIMEST le imprese possono coprire le spese per:

  • Patrimonializzazione
  • Partecipazione a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema
  • Inserimento Mercati Esteri
  • Temporary Export Manager
  • E-Commerce
  • Studi di Fattibilità
  • Programmi di Assistenza Tecnica

Fra gli strumenti di supporto segnaliamo la linea PATRIMONIALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ESPORTATRICI

È un finanziamento per rafforzare la solidità patrimoniale delle imprese, favorendone la competitività sui mercati esteri. Il finanziamento è finalizzato al miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale (rapporto patrimonio netto / attività immobilizzate nette) al momento della richiesta di finanziamento (“livello d’ingresso”) rispetto a un “livello soglia” predeterminato.

Importo massimo finanziabile: € 800.000, fino al 40% del patrimonio netto della tua impresa.

Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di preammortamento.

Soggetti beneficiari sono le MidCap e le PMI italiane, costituite in forma di società di capitali, che nell’ultimo biennio abbiano realizzato all’estero almeno il 20% del proprio fatturato o almeno il 35% nell’ultimo anno.

Approfitta di questa interessante opportunità e contatta subito INTEMA per conoscere i dettagli e valutare la fattibilità della domanda di finanziamento.

La procedura di valutazione delle istanze da parte di SIMEST seguirà l’ordine cronologico fino all’esaurimento delle risorse disponibili: se vuoi cogliere questa opportunità, contattaci!!