Fino al 21 marzo 2022 le piccole e medie imprese del Friuli-Venezia Giulia che operano nei settore del commercio, turismo e servizi potranno presentare domanda di contributo a fondo perduto per interventi di:

1) lavori di ammodernamento, ampliamento, ristrutturazione e straordinaria manutenzione, acquisto di arredi, attrezzature e strumentazioni (anche per pagamenti in moneta elettronica e per il commercio elettronico), sistemi di videosorveglianza e sicurezza innovativi e per l’accrescimento dell’efficienza energetica;

2) adeguamento di strutture e impianti alle normative in materia di prevenzione incendi, prevenzione infortuni, igiene e sicurezza sul lavoro, antinquinamento;

3) acquisto e attivazione di tecnologie digitali (compresa la creazione e sviluppo di siti orientati all’e-commerce) e relativa formazione del personale (quest’ultimo intervento è ammissibile solo per PMI del commercio).

La domanda può essere presentata per un unico intervento e per un’unica sede o unità locale.

I limiti di spesa sono compresi tra un minimo di 5.000,00 euro e un massimo di 75.000,00 euro (per i corsi di formazione sulle tecnologie digitali, da 1.000,00 a 3.000,00 euro).

Sono ammesse anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda a partire dal 1° gennaio dell’anno di pubblicazione del bando purché non superino il 50% dell’investimento complessivo.

Il contributo viene concesso in de minimis nella misura massima del 50% della spesa ammissibile.

I contributi saranno concessi con metodo di valutazione a graduatoria: il punteggio dipende dalla tipologia di iniziativa e di spesa sostenuta. Sono previste specifiche premialità a fronte di determinate condizioni (ad esempio, partecipazione dell’impresa a contratti di rete, impresa che ha conseguito il rating di legalità, iniziative che comportano l’assunzione di personale a tempo indeterminato).

Voi saperne di più? Contattaci: 0432 792976 – info@skan.it